Archive from aprile, 2012
Apr 29, 2012 - MUSICA    No Comments

VZ69@TALENT TOUR SHOW

Tornano live i foletti rock . buon ascolto

CIAO AMICI ELETTORI DEL PDFR “POPOLO DEI FOLLETTI ROCK” STUFI DELLA ROUTINE QUOTIDIANA?????? CONFUSI E INCAZ…..!!!! INCAVOLATI ??? LA CRISI ORMAI E’ VOSTRA AMICA?ALLORA ALLE PROSSIME ELEZIONI VOTATE PDFR, IL VOSTRO PARTITO, LA VOSTRA FAMIGLIA, LA VOSTRA RIVOLUZIONE .
VI ASPETTIAMO AL PRIMO CONGRESSO ESTIVO DEL FOLLETTO LIVE
A “PIAZZA S.GIUSEPPE ARTIGIANO A VILLANOVA DI GUIDONIA RM ” SARA’ UNA BELLISSIMA SERATA DI MUSICA CON TANTI ARTISTI E BOTTI FINALI TARGATI VZ69

EVENTO ORGANIZZATO DA “LAWEBTV”

I VOSTRI FRATELLI VZ69

Apr 28, 2012 - PARLANDO DI MUSICA    No Comments

UNA COMPILATION UNICA – LA PAROLA ALLA MUSICA

Ho ritenuto opportuno riprenderla come introduzione alla recensione sulla compilation del festival uscita su iTunes il 20 Aprile 2012.

Noi di ELFA Promotions ci siamo ritrovati come partner a sostegno del festival e abbiamo notato una grande forza di volontà e determinazione nella figura dell’ideatore e produttore Falzarano. Questi presupposti non possono che far pensare bene riguardo ai risultati della classifica FIMI 2012.”

Questa è parte della conclusione del comunicato stampa relativo al Radio Tour Festival.
Ho ritenuto opportuno riprenderla come introduzione alla recensione sulla compilation del festival uscita su iTunes il 20 Aprile 2012.

Ascoltando i 22 brani all’interno della compilation, ho avuto l’onere e l’onore di addentrarmi in un pout-pourri artistico di elevata qualità. Il genere musicale non quantifica il talento nel comporre un brano, ognuno è portato verso una meta musico-tematica diversa.
Non ci si può di sicuro annoiare passando dall’energia del blues, al romanticismo di un pezzo pop, all’adrenalina dance, alla forza coinvolgente del rock.

Non mi dilungherò troppo nel dare una mia opinione riguardante ogni brano della compilation, piuttosto metterò nero su bianco pensieri sintetici e non ridondanti.

Spesso un brano è il risultato di un incrocio tra più generi e questo è il caso di “Don’t you know” degli Arawak: originale e potente sinergia tra blues e reggae.

Segue poi “Ieri” di Chisky, un rock melodico con dolci sfumature vestite addosso alle parole. Parlandone, mi viene ancora in mente il ritornello che ho memorizzato con facilità.

Rilassandomi gradualmente su un pentagramma più delicato e meno adrenalinico, mi dedico a “Ho tanta voglia di amarti”. E’ una canzone/dichiarazione d’amore a tutti gli effetti, guidata dalla voce vellutata di Claudia Nanci. Non sono comunque trascurati, però, gli assoli con venature rock.

Dato che ho nominato il termine “assolo”, procedo immediatamente a dare un commento flash su “Alfredo” di Esclà. Qui gli assoli di chitarra elettrica si alternano a tempi scanditi da chitarre acustiche. La calma precedente lascia spazio ad una nuova energia regalata dalla ribellione dello spirito libertino dei musicisti.

Il tema amoroso è frequente in molti brani ma affrontato nei modi più disparati. Lo ritroviamo in “Storia tra noi” di Extro. La melodia è dolce, aggraziata e il testo carico dei sintomi dell’innamoramento: le cosiddette farfalle nello stomaco, frutto di sguardi, profumi e baci. Azzardo il pensiero che la musica si rivela quasi più suggestiva delle parole.

E’giunto il momento di “Sognando” di Fabiola Tommaseo. Un pezzo ritmato in cui molte teenagers possono riconoscersi e lo ritengo un aspetto positivo: numerose persone, soprattutto adolescenti che attraversano l’età dominata da una tempesta di emozioni contrastanti, trovano nella musica l’unica isola di comprensione e salvezza.

Successivamente arriva “Dolcemente tu” di Fabrizio Fersino. Canzone d’amore in cui di una notevole particolarità è la voce del cantante che sembra afona e senza estensione, invece poi si apre dando respiro alle note con interessanti code graffianti.

Torniamo in atmosfere dal ritmo incalzante in compagnia di “Aspirina blues”dei Five Feet Under. Emerge un odio nei confronti della realtà circostante e l’urlo di sfogo compare negli accordi della chitarra. Possiamo adattare alla situazione un vecchio detto: Un po’ di blues al giorno toglie il medico di torno!

Ricapitiamo in melodie dolci adesso grazie a “Musica dentro” di Francesco Saverio. Questo artista è stato abile nel dare alla musica la capacità di valorizzare se stessa, perché è lei la musa ispiratrice della canzone.

Segue la malinconica ma piacevole “Con te” di Giovanni Bocci. Costituisce un pezzo, la cui composizione immortala l’immagine di un paesaggio in assenza dell’anima gemella.
La presenza fa dimenticare tutto il resto, l’assenza produce l’effetto contrario. Possiamo definirlo quindi un brano pari all’excursus di una storia d’amore.

Un’atmosfera simile (ma non uguale, tengo a precisarlo) è presente in “Come la pioggia” di Iza.
Il testo non è per niente banale, anzi è di una poesia fuori dal comune che descrive l’ingrigirsi del proprio mondo quando la pioggia lava via felicità e colori. La voce in alcuni frangenti mi ricorda la profondità e il dinamismo vocale di Anna Oxa.

Si reinserisce un sentito ritmo picchiettante in “Someone for me” di Jessica Grisolia. Batteria e chitarra si contendono il ruolo di“metronomo” del pezzo, desideroso di essere degnato di attenzioni come si percepisce dal testo. Ecco un altro brano dal genere misto: rock e dance.

L’aria dance-elettronica continua e si amplifica in “Everything” di Joey White. Lo stile ricorda Ne-Yo ma senza cadere nell’imitazione; il timbro, inoltre, non è lo stesso.

Riaffiora il pop insieme al rock melodico in “Canzone trasparente” di Antonello Venneri. Il timbro si rivela inaspettatamente e piacevolmente roco in alcuni punti. Guardiamo la realtà con gli occhi della musica grazie a questo brano.

Un’essenza blues, all’inizio lenta e poi velocizzata, domina, invece, “Nick sleps here” di Mela. Lo stile vocale soul e vibrato dà molto corpo al pezzo. L’andamento del pentagramma sembra abbastanza standard ma poi mi sono ricreduta quando nello special il microfono passa alla chitarra elettrica così come in conclusione.

Anima mista tra rock e blues verso la conclusione per “King of swords”dei Radiodrama. L’adrenalina torna decisamente a scorrermi in corpo.

Ora lasciatevi cullare da “Prima che mi avvicinassi” di Renato Serafini. L’intro è data dalla sola batteria e i riff narrano“l’elettricità intrigante” nell’aria durante un primo incontro o appuntamento con una persona che ci attrae.

In“My rebel” di Rox Ela troviamo una base elettrodance in grado di far scatenare un pubblico. La voce è particolare e potentissima, in alcuni momenti presenta lievi sfumature alla Loredana Bertè.

Ritmi spagnoleggianti e latino-americani governano, invece, “Yo robo la luna” di Sabrina Uccheddu. La musica è caliente e coinvolgente e la vellutata voce femminile si armonizza perfettamente a quella maschile in sottofondo.

Nuovamente melodia dance per “Music and sea” di Serena Rigacci. Il brano dal testo semplice, potrebbe diventare a tutti gli effetti un tormentone estivo per il carattere solare che emana.

In“Illusioni” dei Simposiasti, andiamo incontro ad un’atmosfera ritmata con cadenze jazz-soul alla Nina Zilli. La voce soave è dosata e controllata sapientemente.

I miei commenti flash terminano con “Eyes” dei Team Work. Una canzone rock guidata da una voce femminile che non si lascia mettere i piedi in testa da nessuno e che procede all’unisono con la chitarra elettrica.

Adesso tocca al vostro sensibile ascolto confermare o negare quanto da me espresso finora.

Una compilation piena di generi e talenti da scoprire vi sta aspettando!

Per l’ascolto dei brani:

http://www.tunecore.com/widgets/show/67442

Redazione ELFA Promotions

a cura di Alice Sbroggiò

www.elfapromotions.com

Apr 27, 2012 - PARLANDO DI MUSICA    No Comments

Radio Tour festival – un evento a 360°

UN evento a 360° – Radio Tour Festival una grande vetrina per artisti e gruppi emergenti.

Avviene nel 2008 il lancio ufficiale della puntata 0 del Radio Tour Festival, ideato e prodotto dal produttore discografico Francesco Falzarano.

L’organizzazione e la pianificazione sono ottimizzati e già nel 2009 il Radio Tour Festival porta ad un vincitore: i PASSPARTOURT.

Nel frattempo oltre un centinaio di Radio web e in fm si sono unite al circuito Radio Tour festival sostendolo a livello promozionale.

L’edizione 2010 porta alla vittoria CONSUELO LALLAI arrivata ai Bootcamp ad un passo dalle semifinali di X Factor 5.

 

L’edizione 2011 rappresenta un salto di qualità in quanto la compilation Radio Tour Festival arriva al 7° posto della classifica FIMI con la canzone di Monè. Il primo grande risultato è il disco d’oro per aver superato le 15000 copie vendute in un anno.

Arriviamo ai giorni nostri con l’edizione 2012. Quest’anno oltre al concorso l’etichetta di Falzarano propone agli artisti emergenti una vetrina televisiva di tutto rispetto: parliamo del Format Tv “MUsic Star” svoltosi dal 26 marzo al 1° aprile 2012 e che andrà in onda da maggio 2012su canali sky 888 e digitale terrestre.

Il format svoltosi a Formia ha ospitato artisti di vari generi musicali tra cui figura la giovanissima cantante Fabiola Tommaseo il cui brano “Vivere sognando” è ora ai vertici nella classifica di gradimento della compilation Radio Tour Festival in vendita dal 20 aprile 2012 su Itunes.

Come il format tv, anche la compilation Radio Tour Festival ha dalla sua nascita l’obiettivo di dare agli emergenti un’occasione per farsi notare. La compilation Radio Tour Festival è un prodotto di alta qualità che comprende ben 22 brani, tutti diversi tra loro e ricchi di sfumature passando difatti dal genere pop al rock allo ska e alla dance.

Noi di ELFA Promotions ci siamo ritrovati come partner a sostegno del festival e abbiamo notato una grande forza di volontà e determinazione nella figura dell’ideatore e produttore Falzarano. Questi presupposti non possono che far pensare bene riguardo ai risultati della classifica FIMI 2012.

In bocca al lupo all’organizzazione Radio Tour Festival . Ci aggiorniamo con dati più significativi in merito.

 

Link :

http://www.radiotourfestival.it

 

Redazione ELFA Promotions

a cura di Francesca Molon

www.elfapromotions.com

 

 

 
Apr 25, 2012 - INTERVISTE    No Comments

VIDEOINTERVISTA AI VZ69 – I FOLLETTI ROCK

Colpiscono a fondo e non mollano l’osso. I VZ69 si fanno sentire, ti fanno divertire affrotnando anche argomenti scottanti del mondo dello spettaoclo e discografico….

VideoIntervista ai VZ69: una panoramica a 360° nel mondo musicale dei folletti e sentirete cosa ne pensano dell’attuale mondo dello spettacolo.

Buona visione!!!

Conduce Fabrizio di Ernesto (giornalista)

Riprese e montaggio a cura di Antonino Giorgianni

Produzione video ELFA Promotions

 

 

Potete te trovarla anche sui seguenti portali:

http://www.quantaradio.it/blog/antoniopersia/nuovo-video-per-i-vz69/

(dal 25 aprile 2012)

www.radiodelcapo.it(dal 27 aprile al 4 maggio 2012)

www.radiobombay.it

dal 3 maggio 2012


http://www.riplive.it

dal 30 aprile al 6 maggio 2012 in homepage (radio illusioni parallele) e dopo nell’area interviste semrpe visitabile

Apr 24, 2012 - BLOG LIFE    No Comments

Poliziotto insegue… sé stesso

Incredibile ma vero, è come un cane che si morde la coda e gira in tondo….

Un giovane agente inglese era stato messo di servizio alla centrale di videosorveglianza da dove vengono monitorate le aree della città a più elevato rischio di criminalità. Quando ha visto un uomo comportarsi in maniera sospetta, ha avvisato un agente presente nell’area, dandogli le indicazioni di dove fosse il sospetto che stava fuggendo intorno al palazzo, ma comunque sempre sotto le inquadrature di qualche telecamera.

Solo che il giovane agente non si era reso conto che il “sospetto” che aveva individuato altri non era che il poliziotto stesso, che era in borghese, e che in realtà non stava per nulla fuggendo, ma inseguendo secondo le sue indicazioni. Inseguendo sé stesso.

Ci sono voluti oltre venti minuti di “sono in zona ma non vedo il sospetto” perché i due agenti si rendessero conto di cosa effettivamente stava avvenendo, mettendo così fine all’inutile inseguimento.

Apr 23, 2012 - CINEMA & TV    No Comments

MONDO FOLLE – IL FILM DI FABIO DEL GRECO

“Mondo folle”, un film di Fabio Del Greco. Dal 23 aprile 2012 l’opera cinematografica sarà disponibile gratuitamente su Youtube.

Monitore Film presenta “Mondo folle”, un film di Fabio Del Greco. Dal 23 aprile 2012 l’opera cinematografica sarà disponibile gratuitamente su Youtube. Il lungometraggio con la regia di Del Greco ha tra gli interpreti Chiara Pavoni, Saverio Perri, Vasco Montez, Francesco Nocito, Aldo Cerasuolo e Alexandra Maravia.

In “Mondo Folle”, Luca, cameriere precario e squattrinato con una relazione in crisi con la sua ragazza, vive un periodo di vita pieno di dubbi, quando rincontra Chiara, ex collega del corso di laurea in filosofia, che invece si è realizzata ed ha aperto un locale con cui guadagna molto bene.

Luca lascia la sua vecchia vita ed inizia una relazione con Chiara: gestisce insieme a lei il locale, grazie al quale, con un giro di escort e cocaina ai politici che lo frequentano, riesce ad uscire dalla sua difficile condizione economica. Chiara però non ottiene l’appalto dell’ex fornace dall’onorevole Saverio e lo ricatta con un video che lo ritrae mentre ha un rapporto sessuale con un trans.

In definitiva il film è una storia che merita di essere raccontata, dove la realtà appartiene a chiunque, quando si vive tra precarietà, frustrazioni esistenziali, sfiducia nel proprio paese.

 

NOTE DEL REGISTA

Cercando una storia da raccontare, nel corso del tempo, mi sono accorto che nelle chiacchierate con gente di ogni tipo, amici, conoscenti, colleghi, tutti parlavano con toni incredibilmente molto simili della stessa vicenda: frustrazione, precarietà economica ed esistenziale, sfiducia nel proprio paese, un’idea approssimativa di voler diventare un giorno ricchi o famosi con i metodi poco meritocratici in voga. Ho capito allora che quella era la storia che accomunava tutti dalla classe media in giù; una storia che si scriveva da sola in presa diretta con gli altri e con la realtà, la storia che meritava di essere raccontata.

 

IL REGISTA: RIFLETTORI SU

FABIO DEL GRECO


Fabio Del Greco è nato nel 1974 a Pescara dove ha frequentato la facoltà di lingue e letterature straniere dell’università G. D’Annunzio. Nel 1997 frequenta il Dams dell’università di Roma tre, la scuola di cinema e fotografia.

Maldoror, studia sceneggiatura con Leo Benvenuti, e lavora su diversi set cinematografici come assistente alla regia, assistente al montaggio. Come regista e sceneggiatore ha realizzato circa dieci tra corti e mediometraggi, e il lungometraggio “Una vita migliore”. Ha scritto tre sceneggiature per film di lungometraggio e ha diretto oltre 30 spot pubblicitari.

 

Apr 23, 2012 - MUSICA    No Comments

LA STORIA MUSICALE DI ELFA

Come nasce il gusto per la qualità musicale….

 

Siamo al 4° anno di vita e le attività artistiche hanno dato i loro frutti. Tanti gli ostacoli, tante le difficoltà da affrontare, tanto tempo e passione dedicati a chi ama la musica, ne fa la sua vita, il suo mestiere.

Anche lo staff di ELFA ne ha fatto il suo mestiere dopo aver iniziato quasi per scommessa, più che altro una sfida personale per la presidentissima seguita a ruota dal direttore tecnico, Antonino Giorgianni e il direttore artistico, Tommaso Busiello.

Uno trio, uno staff che da subito ha legato, che da subito ha creato uan sinergia e nel tempo si è consolidato sempre più. In comune cos’hanno questi personaggi?

  • rispetto;

  • lavoro di squadra;

  • buone capacità comunicative ed organizzative;

  • severi criteri di selezione artistica

Ogni artista ci ha regalato un’emozione, o forse più di una, e con loro siamo cresciuti. Ve li vogliamo raccontare con poche frasi .

Nasce ELFA nel marzo 2008 su myspace e Come d’incanto il destino ci ha fatto partire alla grande. ELFA diventa una specie di calamita e in un solo anno prende contatto e rappresenta a livello promozionale sul web 3 artisti dotati di gran talento e professionalità:

 

  • Monica Shannon: soave e carismatica

  • Valentina Mey: frizzante ed affascinante

  • Giovanni Renzo: ti proietta tra musica e stelle

  • Aioresis: un palco che salta ? Sono loro

  • Giulia Millanta: delicata

  • Audiomatica: possenti e labirintici

  • Lunar: musica elegante e sofisticata

  • Idem: la carica della musica giovane

  • Miha; voce calda e potente

  • Pamela Pau: artista dal taglio internazionale

  • Il Giudizio di Eleonora:eclettica, vigorosa ed inarrestabile

  • VZ69: rock rivoluzione e passione, una forza della natura

 

Una carrellata di generi musicali che hanno arricchito il panorama musicale indipendente con Tour Radio ed eventi live indimenticabili e che hanno contribuito alla crescita della nostra competenza e criteri selettivi.

Molte le recensioni, le interviste che hanno segnato il successo radiofonico di questi artisti. Li ringraziamo di aver vissuto parte del loro percorso artistico, alcuni per breve altri per lungo tempo, con noi Elfi.

Ci ha soddisfatto ultimamente una recensione breve ma significativa a cura di Alice Sbroggiò che ci ha fatto l’onore di ascoltare alcuni brani del roster 2008/2012 di ELFA. Buona lettura!!!

 

Alice Sbroggiò: ringrazio ELFA Promotions per avermi fatta partecipe del suo gusto impeccabile nello selezionare gli artisti indipendenti. E’ come se avessi avuto una visione aerea del talento.
Qualità elevatissima di dinamicità canore, testi ed arrangiamenti, che assume diverse sfaccettature a seconda del genere musicale.
Nella musica si parla di atmosfere soul, blues, jazz, rock, new age, fusion e tante altre eppure se tutti questi generi vengono concretizzati da abilità vere, si eguagliano senza alcuna differenza perchè sono tutti di un’armonia impeccabile.

 

Prossimi appuntamenti : ogni giovedì con “NON SPARATE SUL DJ” , un programma prodotto da ELFA Promotions in onda dalle 22 alle 24 su Radio Centro Musica – canale RCM LIVE.

 

Link di ascolto:

www.radiocentromusica.it/rcmlive.html

Gruppo facebook:

www.facebook.com/groups/nonsparate.suldj

Info programma:

www.elfapromotions.com/dj.php

 

 

a cura di Francesca Molon

Redazione ELFA Promotions

Apr 21, 2012 - PARLANDO DI MUSICA    No Comments

RECENSIONE SULLA COMPILATION “RADIO TOUR FESTIVAL”

Ancora una volta dal concorso canoro Radio Tour Festival è arrivata la brillante idea, di dare una mano a quei singoli artisti e gruppi emergenti delle realtà pop/rock/raggae/skà e dance a promuoversi

Questo è assolutamente un ottimo prodotto che non deve ad ogni costo mancare nella discografia di chi ama dare una mano al panorama dei nuovi artisti emergenti; il pacchetto si compone di ben 22 pezzi, tutti decisamente diversi tra loro e pieni di sfumature: dal pop al rock e alla dance.


Ancora una volta dal concorso canoro Radio Tour Festival è arrivata la brillante idea, di dare una mano a quei singoli artisti e gruppi emergenti delle realtà pop/rock/raggae/skà e dance a promuoversi, ad avere più visibilità, a superare i problemi che spesso prevedono il panorama ed il mercato musicale nazionale. Infatti gli artisti presenti in questa compilation e che hanno partecipato sono tutti italiani, e che varietà spettacolare di generi musicali!!!


Nonostante l’uniformità della compilation, la stessa non annoia affatto, dal momento che, ad un genere abbastanza uniforme e compatto come potrebbe essere il pop (che a orecchi non allenati potrebbe non mostrare molte differenziazioni) anche se commerciale, vengono aggiunte da parte dei vari singoli artisti o gruppi, nei loro pezzi, variazioni molto riuscite che vanno dal raggae al rock e altri generi, dalla musica più commerciale, fino a qualcosa più raffinato un po vecchio stampo. Davvero un’abilità ed un ricchezza incredibili! (Alla faccia di chi dice che la musica si sta appiattendo su schemi triti e ritriti…).


I pezzi sono cantati sia in italiano che in inglese; quelli in inglese, in linea di massima, risultano decisamente per la maggior parte più movimentati e commerciali, anche se anche quelli in italiano non sono affatto male.
Davvero un progetto di tutto rispetto e anche un tentativo di dare una vetrina a giovani artisti.

Redazione ELFA Promotions per Radio Tour festival

Apr 20, 2012 - MUSICA    No Comments

SU ITUNES LA COMPILATION

RADIO TOUR FESTIVAL 2012

La compilation dell’anno

DAL 20 APRILE IN VENDITA ON LINE

 

Questo è assolutamente un ottimo prodotto che non deve ad ogni costo mancare nella discografia di chi ama dare una mano al panorama dei nuovi artisti emergenti; il pacchetto si compone di ben 22 pezzi, tutti decisamente diversi tra loro e pieni di sfumature: dal pop al rock e al più commerciale.

Ancora una volta dal concorso canoro Radio Tour Festival è arrivata la brillante idea, di dare una mano a quei singoli artisti e gruppi emergenti delle realtà pop/rock/raggae/skà e dance a promuoversi, ad avere più visibilità, a superare i problemi che spesso prevedono il panorama ed il mercato musicale nazionale. Infatti gli artisti presenti in questa compilation e che hanno partecipato sono tutti italiani, e che varietà spettacolare di generi musicali!!!

Nonostante l’uniformità della compilation, la stessa non annoia affatto, dal momento che, ad un genere abbastanza uniforme e compatto come potrebbe essere il pop (che a orecchi non allenati potrebbe non mostrare molte differenziazioni) anche se commerciale, vengono aggiunte da parte dei vari singoli artisti o gruppi, nei loro pezzi, variazioni molto riuscite che vanno dal raggae al rock e altri generi, dalla musica più commerciale, fino a qualcosa più raffinato un po vecchio stampo. Davvero un’abilità ed un ricchezza incredibili! (Alla faccia di chi dice che la musica si sta appiattendo su schemi triti e ritriti…).

I pezzi sono cantati sia in italiano che in inglese; quelli in inglese, in linea di massima, risultano decisamente per la maggior parte più movimentati e commerciali, anche se anche quelli in italiano non sono affatto male.

Davvero un progetto di tutto rispetto e anche un tentativo di dare una vetrina a giovani artisti.

Per ascoltare tutti i pezzi

http://www.tunecore.com/widgets/show/67442

La compilation è in vendita su ITUNES

http://itunes.apple.com/us/album/radio-tour-festival-2012/id520625059

Apr 16, 2012 - BLOG LIFE    No Comments

Il panico a bordo per un errore di pronuncia

Momenti di panico per i passeggeri di un volo della Southwest Airlines

Momenti di panico per i passeggeri di un volo della Southwest Airlines, da Baltimora a Long Island, dopo un annuncio del capitano del velivolo. Il capitano infatti intendeva fare gli auguri di compleanno ad una futura mamma a bordo, e ha usato il microfono interno per questo annuncio, che voleva essere gentile e simpatico.

Solo che diversi passeggeri anziché capire “mom on board” (mamma a bordo, appunto) hanno capito “bomb on board” (bomba a bordo), scatenando una vera e propria ondata di panico. Le hostess hanno faticato non poco a riportare la calma, spiegando che si trattava solo di un clamoroso equivoco.

La Federal Aviation Amministration ha fatto sapere che è comune che il personale degli aerei faccia comunicazioni personali durante il volo, ma sta valutando se regolamentare in modo diverso le comunicazioni all’interno dell’aereo.

Pagine:12»