Ago 13, 2014 - INTERVISTE    No Comments

INTERVISTANDO FRANCESCO GUCCINI

In esclusiva per la redazione ELFA Promotions, abbiamo il piacere e l’onore di pubblicare per esteso l’intervista al noto cantautore poeta

Francesco Guccini a cura di Lucilla Corioni.

Si ringrazia per la collaborazione

Roberta Valeriani

Ci sono personaggi, artisti che scrivono dei testi che la gente ascolta, e crede in ciò che ascolta, e spera in ciò che sente, invece poi si scopre che il personaggio non è coerente in ciò che scrive, Insomma…non è un personaggio “vero!”Un famoso cantautore ha scritto questa frase in una canzone:Non fidarti degli artisti, loro inventano emozioni per venderle a due soldi”.

F.G “Mahh…insomma, un po’ severo questo giudizio”.

Guccini, Bertoli, Bassignano…Credo che in voi la gente si sia veramente immedesimata. Di questo lei, se ne è reso conto?

F.G. “In linea di massima sì, ma a volte sì, a volte no. Quando una canzone esce, non è mai dell’autore, è di chi l’ascolta, la adatta alle proprie idee, ai propri desideri, alla propria vita.
Questo succede. La canzone non è patrimonio dell’autore, ma di chi l’ascolta e se la sente addosso. Si cerca di scrivere cose che si adattino anche alla vita degli altri, ai desideri degli altri”.

Francesco Guccini si sente realizzato come artista? Ma io non sono un artista, io sono un artigiano. Ho scritto anche una canzone intitolata “Gli artisti”

F.G. Realizzato? Bohh…Ho deciso di chiudere perché facevo fatica a fare i concerti, non avevo più la voglia di una volta, ed è meglio smettere a questo punto”.

Un bel coraggio a smettere ancora all’apice del successo…

F.G.“No, non ho fatto fatica, assolutamente!”.

Cosa pensa della nuova musica d’autore?

F.G. “Non l’ascolto. Io non ascolto più musica”.

Perchè?

F.G.”Non ne ho più voglia. Adesso scrivo libri e leggo”.

A noi, che eravamo di sinistra, ascoltando le sue canzoni negli anni delle occupazioni di fabbrica, in quegli anni che ancora c’erano certi valori, quando eravamo più uniti, ci si aiutava ascoltare la sua musica. Percepisce ancora qualcosa di tutto questo nell’attuale periodo storico?

F.G. “Adesso c’è una grande crisi, quindi la gente ha delle necessità dirette, diverse, a volte c’è, a volte no, dipende.

Secondo lei di tutte le battaglie che la sinistra ha fatto, ne è rimasta traccia?

F.G.“Che devo dire…qualcosa è andato a punto, qualcosa si è perso, qualcosa si farà. Bisogna sempre sperare che qualcosa succeda, altrimenti la vita si riduce, si secca. Dobbiamo sperare che qualcosa si concluda in maniera positiva”.

Lei sente che la gente le vuole bene? Una grande soddisfazione immagino…

F.G.“Behh…sì, abbastanza. A volte però è pesante”.

E’ un prezzo che comunque si deve pagare, non crede?

F.G. “Forse sì, anzi, certamente”.

Ha qualche rammarico?

F.G. “Mahh…, un rammarico si può avere a 30 anni o a 40”. Di solito si fa un resoconto col passare degli anni.

Ha qualcosa che avrebbe voluto fare ma che non ha mai realizzato?

F.G. “Magari la vita ti pone delle scelte, ma sono fatti personali, non legati ad una canzone o cose di questo tipo”.

 

Per la Redazione ELFA Promotions

www.elfapromotions.com

INTERVISTANDO FRANCESCO GUCCINIultima modifica: 2014-08-13T20:39:46+02:00da elfapromo2011
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento